“Cristiani per servire”: Appello al Signor Presidente della Repubblica Italiana per il mondo della disabilità, del dolore, della sofferenza

Signor Presidente della Repubblica Italiana ,
Palazzo del Quirinale
00100 Roma

OGGETTO : Appello al Signor Presidente della Repubblica Italiana per il mondo della disabilità, del dolore, della sofferenza, specialmente gli handicappati mentali sono totalmente ignorati dalle Istituzioni .

Signor Presidente,

la disabilità fisica “vive in grande e profonda crisi economica e sociale, ma quella psichica ancor più, in quanto la compassata classe politica anziché assumere una rigorosa e doverosa iniziativa atta a risolvere il loro problema in un Provvedimento Legislativo per una Legge-Quadro carente da ben 38 anni, lascia alla disattenzione, al disinteresse, al silenzio una problematica così grave, urgente, prioritaria nei quali, specialmente i malati mentali, non sono dimenticati… SONO TOTALMENTE IGNORATI !

Sui temi più scottanti della nostra epoca, dalle varie forme di handicap alla droga, dalla possibile eutanasia all’aborto ormai legalizzato e quanto attenta il vivere civile quotidiano, la nostra società e le Istituzioni non devono rinchiudersi nei privilegi, ma è necessaria un’intesa verso il bene comune.

Signor Presidente della Repubblica, in relazione al verificarsi di movimenti d’opinione nei quali si auspica l’eutanasia, “argomento” che vorrebbe essere applicato, ci ha ulteriormente meravigliato come questa “situazione” sia totalmente ignorata da parte delle Istituzioni in un confronto in Parlamento . Continua a leggere

Pubblicato in Principi non negoziabili | Commenti disabilitati su “Cristiani per servire”: Appello al Signor Presidente della Repubblica Italiana per il mondo della disabilità, del dolore, della sofferenza

UNA FIRMA per abolire le sanzioni ai siriani

Lo scopo della petizione ”Basta Sanzioni alla Siria” lanciata sulla piattaforma ‘Change.org’ è attirare l’attenzione dell’opinione pubblica e della politica sul problema dell’embargo. Le sanzioni potrebbero essere rinnovate lunedì 23 maggio quando si riunirà il Consiglio Europeo con rappresentanti dei governi, ministri o sottosegretari. E’ sufficiente che un solo membro si opponga al rinnovo perché le sanzioni vengano sospese.
La guerra e le sanzioni non lasciano altro scampo ai siriani che la fuga. Lo spiega l’appello delle religiose e dei religiosi siriani, impegnati ogni giorno a soccorrere le popolazioni, i superstiti di Aleppo come i milioni di sfollati interni: essi chiedono una possibilità dignitosa di restare nella propria terra.
Vi invitiamo dunque a firmare e a diffondere tra tutti i vostri conoscenti la petizione, che trovate qui:
ANCHE ORA PRO SIRIATEMPI, ASIANEWS, ZENIT HANNO ADERITO A QUESTA INIZIATIVA

 

Nel 2011 l’Unione Europea, varò le sanzioni contro la Siria, presentandole come “sanzioni a personaggi del regime”, che  imponevano al Paese l’embargo del petrolio, il blocco di ogni transazione finanziaria e il divieto di commerciare moltissimi beni e prodotti. Una misura che dura ancora oggi, anche se, con decisione alquanto inspiegabile, nel 2012 veniva rimosso l’embargo del petrolio dalle aree controllate dall’opposizione armata e jihadista, allo scopo di fornire risorse economiche alle cosiddette “forze rivoluzionarie e dell’opposizione”.
In questi cinque anni le sanzioni alla Siria hanno contribuito a distruggere la società siriana condannandola alla fame, alle epidemie, alla miseria, favorendo l’attivismo delle milizie combattenti integraliste e terroriste che oggi colpiscono anche in Europa. E si aggiungono a una guerra, che ha già comportato 250.000 morti e sei milioni di profughi.
La situazione in Siria è disperata. Carenza di generi alimentari, disoccupazione generalizzata, impossibilità di cure mediche, razionamento di acqua potabile, di elettricità. Non solo, l’embargo rende anche impossibile per i siriani stabilitisi all’estero già prima della guerra di spedire denaro ai loro parenti o familiari rimasti in patria. Anche le organizzazioni non governative impegnate in programmi di assistenza sono impossibilitate a spedire denaro ai loro operatori in Siria. Aziende, centrali elettriche, acquedotti, reparti ospedalieri sono costretti a chiudere per l’impossibilità di procurarsi un qualche pezzo di ricambio o benzina.
Oggi i siriani vedono la possibilità di un futuro vivibile per le loro famiglie solo scappando dalla loro terra. Ma, come si vede, anche questa soluzione incontra non poche difficoltà e causa accese controversie all’interno dell’Unione europea. Né può essere la fuga l’unica soluzione che la comunità internazionale sa proporre a questa povera gente.
Così sosteniamo tutte le iniziative umanitarie e di pace che la comunità internazionale sta attuando, in particolare attraverso i difficili negoziati di Ginevra, ma in attesa e nella speranza che tali attese trovino concreta risposta, dopo tante amare delusioni, chiediamo che le sanzioni  che toccano la vita quotidiana di ogni siriano siano immediatamente tolte. L’attesa della sospirata pace non può essere disgiunta da una concreta sollecitudine per quanti oggi soffrono a causa di un embargo il cui peso ricade su un intero popolo.
Non solo:  la retorica sui profughi che scappano dalla guerra siriana appare ipocrita se nello stesso tempo si continua ad affamare, impedire le cure, negare l’acqua potabile, il lavoro, la sicurezza, la dignità a chi rimane in Siria.
Così ci rivolgiamo ai parlamentari e ai sindaci di ogni Paese affinché l’iniquità delle sanzioni alla Siria sia resa nota ai cittadini dell’Unione Europea (oggi assolutamente ignari) e diventi, finalmente,  oggetto di un serio dibattito e di conseguenti deliberazioni.

 FIRMATARI

Padre Georges Abou Khazen – Vicario apostolico dei Latini ad Aleppo
Padre Pierbattista Pizzaballa  – Emerito Custode di Terrasanta
Padre Joseph Tobji  – Arcivescovo maronita di Aleppo
Padre Boutros Marayati- Vescovo armeno di Aleppo
Suore della Congregazione di San Giuseppe dell’Apparizione dell’Ospedale “Saint Louis” di Aleppo
Comunità Monache Trappiste in Siria
Dottor Nabil Antaki – Medico, ad Aleppo, dei Fratelli Maristi
Suore della  Congregazione del Perpetuo Soccorso – Centro per minori e orfani sfollati di Marmarita
Padre Firas Loufti – Francescano
Monsignor Jean-Clément Jeanbart – Arcivescovo greco-cattolico di Aleppo

Pubblicato in Africa e Medio Oriente | Commenti disabilitati su UNA FIRMA per abolire le sanzioni ai siriani

Viaggio in Siria (2): Homs, ya Rabb! – Ora Pro Siria

“Ya Rabb! = mio Dio!”

Davanti ai mozziconi di palazzi testimoni verso il Cielo di mesi e mesi di bombardamenti incrociati, atti terroristici e sofferenze immani, non trovo che questa parola, delle dieci che ho imparato: ‘mio Dio!’
I due terzi di Homs sono ridotti così.
Ci rechiamo alla casa dei Gesuiti dove riposa il caro padre Frans per pregare sulla sua tomba, affidargli l’intercessione per la pace in Siria e salutare i suoi confratelli. E qui comprendo un po’ meglio le parole del Vangelo  “era necessario che il Figlio dell’uomo soffrisse molte cose …” .
 Grata di raccogliere la testimonianza di padre Nouras Sammour, questo è il suo racconto:
    “Tutto è cominciato nel giugno 2012 con l’assedio, c’erano persone che volevano andarsene e altre che volevano restare; sono rimasti circa 90 cristiani, tra questi nel corso dei mesi diversi sono morti a causa di malattie, non direttamente per la guerra. Poi, nel febbraio 2014 ci fu un accordo tra lo Stato siriano e gli uomini armati che stavano qui, infine si concluse che quelli che volevano uscire potevano farlo.
Dunque molti della comunità cristiana sono usciti ma un piccolo resto di cristiani si è fermato, padre Frans ha voluto restare con loro, perché non c’era nessun altro che potesse prendersene cura.
Ne sono rimasti una ventina; era il 7 aprile 2014; un mese dopo Frans è morto.
Durante questo tempo egli era diventato un simbolo; era lui che teneva insieme questa gente.
Pubblicato in Africa e Medio Oriente | Commenti disabilitati su Viaggio in Siria (2): Homs, ya Rabb! – Ora Pro Siria

Nella Festa di Tutti i Santi, un immenso ‘GRAZIE!’ a mons. Giuseppe Nazzaro, dalla Siria – Ora pro Siria

Sono passati già alcuni giorni dalla sua morte… ma oggi, celebrando la festa di tutti i Santi, questa solennità che apre il nostro orizzonte e ci fa comprendere a quale speranza siamo chiamati, ed anzi, qual è la realtà di comunione che è già presente, che già viviamo con quelli che ci hanno preceduto ed anche con chi verrà dopo di noi, non possiamo non avere nel cuore Mons. Giuseppe Nazzaro.
 
“Cara sorella, siamo alla fine” … “Noi la ricordiamo sempre, e preghiamo per lei…” “grazie, grazie”..
Ecco, l’ultimo saluto, al telefono, una quindicina di giorni fa… Un saluto cordiale, reciprocamente fraterno, come è stato fra il nostro vescovo e la sua piccola comunità di trappiste in tutti questi anni di vita in Siria.
Il primo incontro, è stato in verità piuttosto severo: Padre Giuseppe ha messo subito alla prova il nostro desiderio; come suggerisce San Benedetto, ha scrutato gli animi… “Siete proprio sicure di volere venire qui? Che cosa vi aspettate? “. Ma la sua franchezza, la sua chiarezza senza finzioni, invece di scoraggiarci è stata la base che ci ha fatto decidere positivamente… Continua a leggere
Pubblicato in Africa e Medio Oriente | Commenti disabilitati su Nella Festa di Tutti i Santi, un immenso ‘GRAZIE!’ a mons. Giuseppe Nazzaro, dalla Siria – Ora pro Siria

L’esempio di Mons. Romero, stimolo per un rinnovato annuncio del Vangelo – Agenzia Fides

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “A poche settimane dall’inizio del Giubileo straordinario della Misericordia, l’esempio di Mons. Romero costituisca per la sua amata nazione, uno stimolo per un rinnovato annuncio del Vangelo di Gesù Cristo, annunciandolo in modo che … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su L’esempio di Mons. Romero, stimolo per un rinnovato annuncio del Vangelo – Agenzia Fides

Gender e regioni. Forum: «Rete da smascherare» – Avvenire

Luciano Moia –31 ottobre 2015 «Il gender non esiste. Le cosiddette teorie Lgbt sono un’invenzione omofoba». Lo strillano da tempo proprio coloro che, negando la centralità della famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna, sostengono la necessità di aprire … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Gender e regioni. Forum: «Rete da smascherare» – Avvenire

SIRIA/ Jean: Obama preferisce l’Isis a Putin – IlSussidiario.net

Questa galleria contiene 1 immagine.

Pubblicazione: sabato 31 ottobre 2015 INT.Carlo Jean Sono i colloqui di pace di più vasta portata dall’inizio della guerra in Siria. Sono iniziati ieri a Vienna, sotto gli auspici della Russia di Putin, e tra i partecipanti c’è anche il … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su SIRIA/ Jean: Obama preferisce l’Isis a Putin – IlSussidiario.net

India: donne umiliate, «produttrici» di bimbi  | Commenti | www.avvenire.it

Questa galleria contiene 1 immagine.

Assuntina Morresi 31 ottobre 2015 Uteri in travaglio, oppure Uteri al lavoro: sono plausibili entrambe le traduzioni del titolo dell’interessantissimo libro di Amrita Pande, docente di Sociologia all’Università di Città del Capo. L’espressione originale – Wombs in labor, (Columbia University … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su India: donne umiliate, «produttrici» di bimbi  | Commenti | www.avvenire.it

«Noi cristiani? Chi può fugge. Chi resta ha paura» | Mondo | www.avvenire.it

Marta Ottaviani 31 ottobre 2015 Una situazione mai vista prima. La paura e il sospetto che si annidano fra la gente. Una parte di Turchia che potrebbe scomparire, perché chi può preferisce andarsene. G.S., 40 anni, è un’attivista dei diritti … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su «Noi cristiani? Chi può fugge. Chi resta ha paura» | Mondo | www.avvenire.it

CARDINALE BAGNASCO: “mutazione genetica” con “ricadute su mentalità, comportamenti, legislazioni” SIR – Servizio Informazione Religiosa

“È avvenuta una specie di mutazione genetica per cui l’alfabeto dell’umano viene continuamente ridefinito. Non si tratta di un’operazione categoriale astratta, accademica, ma di un disegno che ha ricadute concrete sulle mentalità, sui comportamenti e sulle legislazioni”. Così il cardinale … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su CARDINALE BAGNASCO: “mutazione genetica” con “ricadute su mentalità, comportamenti, legislazioni” SIR – Servizio Informazione Religiosa

MADRID/ Il sindaco vuole vietare il Presepe: il Comune non è dei cattolici – IlSussidario.net

Non è ancora stata presa una decisione ufficiale, ma l’intenzione del nuovo sindaco di Madrid, Manuela Camera che guida una amministrazione di sinistra sostenuta da Podemos, sarebbe quella: vietare il tradizionale presepe di Natale che da sempre il comune di … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su MADRID/ Il sindaco vuole vietare il Presepe: il Comune non è dei cattolici – IlSussidario.net

Ora pro Siria: Viaggio in Siria (1)

Dal 17 al 26 ottobre mi sono recata in Siria, ospite delle monache Trappiste di Azeir, un villaggio cristiano affacciato sulla valle verdeggiante in cui scorre il fiume che separa la Siria dal Libano, non lontano da Tartous.

Su questa collina boscosa cinque suore italiane (a cui presto si uniranno due postulanti locali) stanno costruendo un luogo bellissimo e semplice dedicato alla preghiera, al silenzio, all’incontro personale con Dio, che offra agli ospiti l’occasione di incontro con un’esperienza che ogni giorno vive nell’orizzonte della libertà, cioè della coscienza di chi è l’uomo e per quale ragione sta al mondo.
   Tra gli ospiti, incontro Layla, insegnante e poetessa di Aleppo che tra queste mura silenziose cerca di curare la ferita profonda della devastazione della sua città. Mi racconta dei palazzi sventrati, tra le cui macerie, con le mani, lei e i suoi famigliari cercavano i corpi dei vicini. Layla parla italiano e mi aiuta a comunicare con i cristiani del luogo e a superare la barriera insormontabile della lingua araba; con lei vado a visitare e portare un messaggio di amicizia ai bambini della scuola statale del villaggio, a cui dono del cioccolato che ho portato con me. Il giorno successivo, l’autista del taxi che mi conduce nella Valle dei Cristiani e papà di due alunni della scuola mi racconta che i suoi due bimbi sono tornati trionfanti tenendo come una reliquia la barretta di cioccolato che non vogliono che nessuno mangi perché “l’hanno portato dall’Italia proprio per me!”…   La scuola è povera ma dignitosa e organizzata con ordine; il maestro George mi dice con uno sguardo luminoso: “noi cerchiamo di rendere la vita più bella con tutti gli strumenti che abbiamo”.
Pubblicato in Africa e Medio Oriente | Commenti disabilitati su Ora pro Siria: Viaggio in Siria (1)

La Russia bombarda l’ISIS. Washington e i «terroristi moderati» protestano | Coordinamento Nazionale per la pace in Siria

(Fonte: kavkazpress.ru) Cominciano i bombardamenti aerei russi contro i jihadisti in Siria. Il Ministero della Difesa di Mosca ha fatto sapere che nella giornata di mercoledì i primi raid, una ventina in tutto, hanno preso di mira obiettivi logistici, centri … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su La Russia bombarda l’ISIS. Washington e i «terroristi moderati» protestano | Coordinamento Nazionale per la pace in Siria

E’ NATA LA COMMISSIONE SCIENTIFICA PER LA FAMIGLIA – GpV

COMUNICATO STAMPA COSTITUZIONE DELLA COMMISSIONE SCIENTIFICA PER LA FAMIGLIA 21 ottobre 2015 – In seguito a un lungo lavoro di rete con la società civile e un’attenta osservazione delle posizioni politico-istituzionali in materia di diritti civili di bambini, donne e … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su E’ NATA LA COMMISSIONE SCIENTIFICA PER LA FAMIGLIA – GpV

La licenza di uccidere o eutanasia, può avvenire attraverso una normativa legislativa, come sta avvenendo in Francia?

Si parla, oggi 2015, con troppa enfasi di fine vita, o come si può intendere eutanasia ! Da notizie dei mass media in Francia si cerca di inserire norme legislative sul fine vita che prevede una nuova serie di diritti … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su La licenza di uccidere o eutanasia, può avvenire attraverso una normativa legislativa, come sta avvenendo in Francia?

S.E. MONS. GIUSEPPE NAZZARO E’ TORNATO IERI ALLA CASA DEL PADRE

Nazzaro

Ieri mattina, 26 ottobre 2015, è salito al Cielo S.E. Mons. Giuseppe Nazzaro, o.f.m., vicario apostolico emerito di Aleppo. Era da diversi giorni ricoverato all’Ospedale Civile di Avellino.

Per chi ha avuto il dono della Sua amicizia è un dolore immenso. Siamo però  consapevoli che l’uomo, pur non essendo immortale, è destinato all’Eternità. Così, dopo una vita spesa interamente a servire il Signore, ora Padre Giuseppe può finalmente godere della visione beatifica di Dio.

I funerali si celebreranno questo pomeriggio, alle ore 15:30, presso il suo paese natale.

Qui una breve biografia

Pubblicato in Africa e Medio Oriente, Europa | Commenti disabilitati su S.E. MONS. GIUSEPPE NAZZARO E’ TORNATO IERI ALLA CASA DEL PADRE

Contro l’ideologia gender a scuola, 7 pratici consigli ai genitori – La Croce Quotidiano

3 settembre 2015 – Gianfranco Amato Settembre è un mese generalmente triste. Non solo perché è legato alla fine del sogno estivo, ma anche perché coincide con l’inizio delle attività scolastiche. Quest’anno, però, il ritorno sui banchi rappresenta un cruccio … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Contro l’ideologia gender a scuola, 7 pratici consigli ai genitori – La Croce Quotidiano

A Palmira le morti non sono tutte uguali. Il dovere di non essere ipocriti – Spondasud | Spondasud

Questa galleria contiene 2 immagini.

25 agosto 2015. (Alessandro Aramu) – Dopo la macabra uccisione di Khaled Asaad, 82 anni, ex capo della direzione generale delle antichità e dei musei di Palmira, i terroristi dello Stato Islamico hanno distrutto il tempio di Baal Shamin, uno dei gioielli … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su A Palmira le morti non sono tutte uguali. Il dovere di non essere ipocriti – Spondasud | Spondasud

Usa, non rilascia licenze per nozze gay: in cella | Tempi.it

Questa galleria contiene 3 immagini.

settembre 4, 2015Redazione Finisce in un «pazzesco cortocircuito» la vicenda di una county clerk del Kentucky che si rifiuta di “timbrare” nozze omosessuali. E il suo caso non è unico   Giovedì 3 settembre ad Ashland, Kentucky, la segretaria della contea … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Usa, non rilascia licenze per nozze gay: in cella | Tempi.it

Pakistan, blasfemia. 13 cristiani in carcere | Tempi.it

Questa galleria contiene 1 immagine.

settembre 4, 2015Redazione Nuovo caso nel paese musulmano dove un gruppo di cristiani è stato accusato di usare una parola riferibile solo a Maometto. «Ma è solo la traduzione di “apostoli” e “discepoli”» Gujrat, Pakistan. Cristiani accusati di blasfemia dovranno … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Pakistan, blasfemia. 13 cristiani in carcere | Tempi.it

Siria. «Cristiani, rimanete! Non emigrate!» | Tempi.it

Questa galleria contiene 1 immagine.

settembre 2, 2015Redazione Appello del patriarca melchita di Damasco ai fedeli. «Questa enorme ondata di emigrazione mette a rischio il futuro della Chiesa in Siria»   «Rimanete! Nonostante tutte le difficoltà, siate pazienti! Non emigrate!». È l’accorato appello del patriarca … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Siria. «Cristiani, rimanete! Non emigrate!» | Tempi.it

Francia. «Evangelizzazione laica» a scuola | Tempi.it

Questa galleria contiene 1 immagine.

settembre 2, 2015Redazione Si torna in aula e i genitori saranno costretti a firmare la “Carta della laicità”, un concentrato dei più sciatti e logori luoghi comuni laicisti Ricordate la “Carta della laicità a scuola”? Da ieri in Francia – … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Francia. «Evangelizzazione laica» a scuola | Tempi.it

Profughi cristiani aumentati del 30 per cento | Tempi.it

Questa galleria contiene 1 immagine.

settembre 2, 2015 Redazione «Se si constata che una persona proviene da Mosul, occupata dall’Isis, ed è di fede cristiana, non dovrebbe avere una corsia preferenziale per il riconoscimento del suo status?» «Se centinaia di migliaia di persone preferiscono la … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Profughi cristiani aumentati del 30 per cento | Tempi.it

Islam razzista: tra il 1530 e il 1780 oltre un milione di cristiani europei bianchi sono stati ridotti in schiavitù dai musulmani – Magdi Cristiano Allam

Questa galleria contiene 1 immagine.

Ci  si chiede ancora perché negli ultimi decenni l’ininterrotto genocidio di cristiani nei paesi musulmani abbia avuto così poca eco sui media, nella politica e anche in seno alla Chiesa e all’Occidente Cristiano. Persino i parroci, e non pochi, nelle … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Islam razzista: tra il 1530 e il 1780 oltre un milione di cristiani europei bianchi sono stati ridotti in schiavitù dai musulmani – Magdi Cristiano Allam

La condizione dei cristiani in Siria ed il martirio della città di Aleppo

Volantino_incontro_Vicario_Apostolico_Aleppo (FILEminimizer)

Pubblicato in Africa e Medio Oriente | Commenti disabilitati su La condizione dei cristiani in Siria ed il martirio della città di Aleppo

Ripresa delle relazioni diplomatiche con la Siria e Abolire Embargo e Sanzioni sul popolo siriano | Coordinamento Nazionale per la pace in Siria

Questa galleria contiene 1 immagine.

— 25 luglio 2015 Petizione diretta a Presidente della Repubblica Italiana Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella. Qui il link per la sottoscrizione Ripresa delle relazioni diplomatiche con la Siria Ripresa delle relazioni diplomatiche con la Siria e Abolire Embargo … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati su Ripresa delle relazioni diplomatiche con la Siria e Abolire Embargo e Sanzioni sul popolo siriano | Coordinamento Nazionale per la pace in Siria